A Trento 20 ottobre 2014: Alienazione e audizione del minorenne

Alienazione e audizione del minorenne

Il bambino ad un passo dal baratro

dott.ssa Valentina Morana
(psicologa investigativa,Trieste)

Lunedì 20 ottobre 2014 ore 15.00

SALA DI RAPPRESENTANZA PALAZZO DELLA REGIONE
Trento, piazza Dante, 16

(Sono stati concessi 2 crediti formativi dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Trento)

testata

Il dibattito sull’alienazione parentale è stato funestato a livello dei mass media da prese di posizione ideologiche poco utili alla comprensione del fenomeno. Per questo l’associazione “Figli per sempre” con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale e del Comune di Trento ha promosso questa conferenza indirizzata in particolare agli addetti ai lavori, ma di interesse anche per tutta la cittadinanza.

CONTENUTI DELLA CONFERENZA

In premessa, brevi cenni sullo sviluppo umano a partire dal bambino fino all’età adulta. Ogni adulto è il risultato del bambino che è stato.

Quando la famiglia si separa, tutti i componenti ne subiscono gli effetti. Si rompono equilibri e bisogna crearne di nuovi, con attenzione alle esigenze dei figli in particolare. Questa parte descrive i vissuti e i bisogni dei bambini in separazione familiare e le azioni da fare a loro tutela.

Il terzo punto affronta la realtà dell’alienazione genitoriale, che è quel fenomeno per cui un figlio di genitori separati, comincia a denigrare e a non voler vedere uno dei due genitori, su stimolo del genitore con cui vive. Questo accade in molti modi diversi e presenta tre livelli di manifestazione, che verranno descritti.

Viene descritta la prassi di intervento psicogiuridica in materia di separazione e affidamento familiare dal punto di vista delle scienze psicologiche. In tribunale si lavora sulle prove, sia in ambito civile che penale, e la psicologia giuridica disciplina gli interventi tecnici seguendo una prassi codificata.

Poi si affronta il tema dell’ascolto del minorenne in sede civile, nell’ottica di dare voce a un’esigenza profonda da parte del bambino e ragazzo, in separazione familiare. L’ascolto è lo strumento, attraverso il quale, il minorenne partecipa alle decisioni che lo riguardano, ed è diritto in ambito giuridico.

A conclusione si affronta il tema dei servizi (Servizi Sociali e Aziende Sanitarie) in rapporto a situazioni che riguardano il tribunale. I servizi si basano molto sul de relato, che in tribunale non conta e per questo motivo, a volte si creano scollature tra ciò che scrivono i servizi e ciò che decide il tribunale. Verranno date delle indicazioni su come si lavora sulla raccolta degli elementi.

Con il patrocinio del Consiglio Regionale Trentino Alto Adige

Con il patrocinio del Comune di Trento

 

logobz

Il video della conferenza si trova a questo indirizzo: http://www.figlipersempretnbz.it/?p=477

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *